24 aprile 2015

Torta di Carote con Frosting allo Sciroppo d'Acero


Da tempo desideravo preparare una torta di carote, pensando a quella classica con le mandorle. Il Team di Re-Cake 2.0 (questi sono i link alla pagina e al gruppo Facebook) pare mi abbia letto nel pensiero! Pur essendo molto dolce, il frosting si sposa bene con la torta che è speziata e profumata. È piaciuta a tutti quelli che l’hanno assaggiata (e qualcuno ha pure fatto il bis!). Qui di seguito troverete la ricetta e il procedimento per prepararla, insieme a qualche consiglio che spero possa esservi utile.     



INGREDIENTI
Per una torta da 20 cm:
300 g di farina 00
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di sale fino
2 cucchiaini di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
180 gr di zucchero semolato
180 gr di zucchero di canna
160 gr di olio di semi (io di arachidi)
150 gr di purea di ananas (io al naturale)
4 uova a temperatura ambiente
200 gr di carote (già pelate) grattugiate
5 cm di zenzero fresco grattugiato

Per il frosting:
(in base alla mia esperienza, basta per 3 torte)
450 gr di Philadelphia in panetto
250 gr di burro a temperatura ambiente
500 gr di zucchero a velo setacciato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaino di cannella in polvere
100 gr di sciroppo d’acero 

Per decorare
Farina di pistacchi
Noci

PROCEDIMENTO
Per questioni di tempo ho preparato la torta e il frosting il giorno prima di procedere con la farcitura e la decorazione, come suggerito da Sara. Queste operazioni possono essere fatte il giorno stesso, l’importante è che sia la torta che il frosting siano completamente freddi.
Preriscaldate il forno (statico) a 170°C e cominciate a preparare la torta. Nella ricetta originale le carote vanno grattugiate. Io le ho tagliate a piccoli tocchetti, ridotte a julienne e lasciate ad asciugare su di un canovaccio, tamponandole ogni tanto con carta assorbente. È andata bene!
Scolate l’ananas dal suo succo, lasciatelo asciugare, come per le carote, su di un canovaccio, tamponandolo di tanto in tanto, e frullatelo.
In una ciotola, mescolate farina, lievito, sale e spezie. A parte, lavorate con il mixer la purea di ananas con gli zuccheri e l’olio. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, unite le uova una per volta e, a cucchiaiate, il mix di polveri. Infine, aggiungete le carote grattugiate e lo zenzero fresco. Mescolate e versate l’impasto ottenuto in uno stampo imburrato e infarinato (io ne ho foderato il fondo con carta forno). Fate cuocere nel forno già caldo a 170°C per circa 60 minuti. Fate comunque la prova stecchino. La mia torta è rimasta in forno almeno 15-20 minuti in più perché al centro si è creato il vulcano che ha impiegato un po’ di tempo in più del resto a cuocersi (per evitare di bruciare la torta, ho abbassato la temperatura a 160°C).
 

Sfornate il dolce e aspettate qualche minuto prima di toglierlo dallo stampo. Una volta freddo, eliminate, se esistente, la parte superiore (il vulcano!) e lasciate riposare il dolce cavovolto.
Per il frosting, lavorate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e il formaggio ben freddo tagliato a dadini. Aggiungete lo sciroppo d’acero e mescolate fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungete altro zucchero a velo se dovesse risultare troppo fluido (ma non esagetate perché il frosting è già molto dolce). Non vi aspettate un frosting compatto!! Anche dopo il riposo in frigo, a causa della presenza dello sciroppo d’acero il frosting rimarrà morbido e non lavorabile con la sac à poche. Almeno questo è quello che è successo a me. Riponete il frosting in frigo per almeno 60 minuti perché si solidifichi abbastanza da poter essere usato.
Infine, passate all’assemblaggio della torta. Tagliate la torta a metà. Potete ottenere diversi strati (da uno a tre). Io, vista la poca compattezza del frosting, ho preferito fare un unico strato di crema. Farcite con il frosting il primo disco, ricoprite con il secondo e glassate l’intera torta (bordi e superficie) con il frosting. 

Avrei voluto decorare questa torta in modo completamente diverso. Alla fine ho usato la farina di pistacchi lungo il bordo e un giro esterno di noci sulla superficie.
Si conserva in frigo fino a 3 giorni, ma vi assicuro che è troppo buona per rimanervi anche un solo giorno!

Questa è la locandina di questo mese
dal blog: http://www.cucinapergioco.com/

4 commenti:

  1. Grazie per aver giocato con noi <3
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) è SEMPRE un piacerissimo <3

      Elimina
  2. Ciao! complimenti per la tua versione mi piace molto!
    Anche io partecipo a Re-Cake 2.0 per me è la prima volta!
    Buona giornata
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Adesso vado a guardare la tua!

      Elimina